“Porretta belongs on every serious blues and soul festival-goer's bucket list, a confluence of positive forces to be honored and treasured.”
Dick Shurman, Paul Harris Living Blues 2017
DIRETTORE ARTISTICO Graziano Uliani

Instagram

Seguici

Riccardo Fornasini

P1005261
P1005260
P1005258

Murale #13 Booker T. & The MG’s

Il murale vuole essere anche un omaggio a due luoghi storici: L’edificio della Stax, i mitici studi di registrazione di Memphis, ora sede dello Stax Museum of American Soul Music e Ground Zero un blues club di Clarksdale, Mississippi, di proprietà di Morgan Freeman. Ha preso il nome dal fatto che Clarksdale è stato storicamente denominato Ground Zero per il blues.In sosta davanti al Ground Zero c’è Bobby Rush.

 

Davanti alla Stax troviamo Booker T. Jones (Hammond organ), Steve Cropper (Chitarra), Donald Duck Dunn (Basso), Al Jackson Jr. (Batteria) che possono essere definiti gli architetti del Memphis Sound. È la sezione ritmica degli studi Stax di Memphis e sono presenti in tutti gli hits di Otis Redding, Sam & Dave, Rufus & Carla Thomas, Johnnie Taylor, Albert King. Eddie Floyd, The Staple Singers solo per citarne alcuni. Green Onions, The Dock od The Bay e Respect, Soul Man, Knock On Wood, In The Midnight Hour sono i classici dove si riconosce il suono della band.

 

Al Jackson Jr. fu ucciso in circostanze misteriose nel 1975. Steve Cropper e Donald Duck Dunn hanno costituito la sezione ritmica della Blues Brothers Band. Booker T. Jones ha prodotto l’album di debutto di Bill Whiters. Si sono esibiti a Porretta nel 2005 e 2007.

ARTISTA

Riccardo Fornasini

FACEBOOK

INSTAGRAM