“Porretta belongs on every serious blues and soul festival-goer's bucket list, a confluence of positive forces to be honored and treasured.”
Dick Shurman, Paul Harris Living Blues 2017
DIRETTORE ARTISTICO Graziano Uliani

Instagram

Seguici

Slide 21/24 LUGLIO 2022 PARCO RUFUS THOMAS, PORRETTA TERME - ITALIA

Info: www.porrettasoulfestival.it
Tickets: www.vivaticket.it
Giovedì – 35€ | Venerdi – 35€ | Sabato – 35€ | Domenica – 35€
4 days pass – 90€ (abbonamento)
3 days pass – 75€ (abbonamento)

Giovedì 21.07 ore 20

Dear James Brown
Fred Wesley & The New JB’s
Martha High & The Italian Royal Family
Leon Beal & Luca Giordano Band

Venerdì 22.07 ore 20

J.P. Bimeni & The Black Belts
Anthony Paule Soul Orchestra
Mitch Woods & His Rocket 88’s
Selassie Burke
John Ellison
Chick Rodgers

Sabato 23.07 ore 20

Johnette & Scott
Curtis Salgado Band
Anthony Paule Soul Orchestra
Larry Sprigfield
Ernie Johnson
Terrie Odabi

Domenica 24.07 ore 19

Ural Thomas & The Pain
Johnette & Scott
Curtis Salgado Band
Anthony Paule Soul Orchestra
Mitch Woods & His Rocket 88’s
Larry Springfield
Ernie Johnson
John Ellison
Selassie Burke
Terrie Odabi
Chick Rodgers

RUFUS THOMAS CAFE STAGE

Da Giovedì 21 Luglio a Domenica 24 Luglio dalle 11 alle 19
Concert gratuiti di band italiane e internazionali di Rhythm & Blues

 


 

Mercoledì 20 luglio – ore 16,30 Hotel Helvetia, Porretta Terme

“STORIA E RICERCA SUL CAMPO FRA EMILIA E TOSCANA”
ALAN LOMAX NELL’APPENNINO FRA L’EMILIA E LA TOSCANA VENT’ANNI DALLA MORTE

Giornata di studio. Intervengono: Gian Paolo Borghi, Graziano Uliani, Renzo Zagnoni, Charles Bernardini e la presenza eccezionale di Scott Billington. Al termine concerto di Johnette & Scott con la musica di Alan Lomax.
Gruppo di Studi Nuèter, Porretta Terme – Accademia Lo Scoltenna, Pievepelago.
In collaborazione con: Unione Appennino, Ecomuseo Montagna Pistoiese, Comuni della Sambuca Pistoiese e Alto Reno Terme, Pro Loco di Treppio, Susano.

 


 

Venerdì 22 Luglio – ore 18 Hotel Roma, Porretta Terme
Antonio Baciocchi presenta “Soul, la Musica dell’Anima” Ed. Diarkos

 


 

DOMENICA 24 LUGLIO

Ore 11 Chiesa dei Cappuccini, Joy Gospel Choir, special guest Nona Brown
Ore 12 Grand Hotel Helvetia, Conferenza Stampa Artisti, Scott Billington presenta il suo nuovo libro “Making Traks” A Record Producer’s Southern Roots Music Journey.

 


 

THE VALLEY OF SOUL

Concerti itineranti gratuiti con i protagonisti del Porretta Soul Festival

Lunedì 25 Luglio – Vergato, Piazza Capitani della Montagna
Anthony Paule Soul Orchestra Revue
Martedì 26 Luglio – Tolé, Piazza Giovanni XXIII
Anthony Paule Soul Orchestra Revue

#PSF34
inizia tra

Porretta Terme, Bologna - Italia

34° Porretta Soul Festival, 21-24 luglio 2022

Anteprime, concerti, mostre, premiazioni. Nel nome di Otis Redding, torna la 34esima edizione del Porretta Soul Festival, dal 21 al 24 luglio nella città termale dell’Appennino bolognese. Saranno oltre 200 gli artisti che si alterneranno nei concerti al Rufus Thomas Park nella località di Porretta Terme, sull’Appennino tra Bologna e Pistoia, nelle piazze e luoghi limitrofi nel prolungamento del festival nel programma The Valley of Soul. La recente messa in onda su RAI5 del pluripremiato film dedicato al festival “A Soul Journey”, attualmente disponibile su RaiPlay, ha dato ulteriore visibilità all’evento.

Inoltre il Porretta Soul Festival, in formato esportazione, torna nell’isola di Gran Canaria, dopo una sospensione di due anni (causa pandemia). Il Maspalomas Costa Canaria Soul Festival (Gran Canaria) è infatti nato nel 2015 in stretta collaborazione con Porretta Soul Festival. Inoltre, verrà conferito l’annuale Premio Sweet Soul Music alla memoria, a Michele Manzotti, giornalista recentemente scomparso e anima del Festival.

Ural Thomas & The Pain, John Ellison, Curtis Salgado, Terrie Odabi, Ernie Johnson, Larry Springfield, J. P. Bimeni, Selassie Burke, Chick Rodgers, Fred Wesley, Martha High, Leon Beal & Luca Giordano Band, Mitch Woods e tanti altri saliranno sul palco di Porretta. Oltre a questi nomi ci sarà la presenza della house band da San Francisco, la Anthony Paule Soul Orchestra che quest’anno ha avuto ben cinque nominations ai Blues Awards. Tra gli undici elementi c’è la presenza di Larry Batiste, già direttore musicale dei Grammy Awards.
Novità dell’ultima ora la presenza di Ural Thomas & The Pain, la band fondata nel 2016 da Ural Thomas, storico musicista della black music americana anni ’60 con alle spalle una lunga carriera solista e innumerevoli collaborazioni con le voci più forti del panorama musicale mondiale, tra cui Stevie Wonder, Otis Redding e James Brown.

Il 20 Luglio, anteprima del festival con una giornata di studio dedicata a “Alan Lomax nell’Appennino fra l’Emilia e la Toscana a vent’anni dalla morte” con la presenza eccezionale del produttore Scott Billington. Il grande etnomusicologo americano sostò nei luoghi del festival nell’inverno del 1954 raccogliendo e catalogando canzoni popolari pubblicate proprio dalla Rounder Records di Scott Billington. Al termine, concerto di Johnette & Scott con la musica di Alan Lomax. Dal 21 al 24 luglio il festival dedicato al soul e rhythm & blues classico, ospiterà in esclusiva europea, autentiche leggende come John Ellison, ex leader dei Soul Brothers Six. Nel 1967 il suo hit per l’Atlantic Records “Some Kind Of Wonderful” scalò le classifiche. Chick Rodgers, Larry Springfield e Ernie Johnson confermano l’amore di Porretta per la “old school” e il Memphis Sound.

Tra le donne ci sarà Terrie Odabi che ha appena avuto la nomination come “Female Soul Blues Artist 2022” ai Blues Awards, Mitch Woods & His Rocket 88’s fuoriclasse del boogie. Luca Giordano ritorna questa volta con il talentuoso Leon Beal. Selassie Burke (uno dei 21 figli di Solomon) tornerà a Porretta per rendere un tributo al padre. A grandissima richiesta, l’esplosivo Curtis Salgado, premiato anche lui ai recenti Blues Awards 2022 come “Best Blues Instrumentalist – Vocals” winner mentore di John Belushi e ispiratore dei Blues Brothers accompagnato dalla sua band con la presenza del partner/chitarrista Alan Hager e dal Burundi J.P. Bimeni & The Black Belts, l’artista che meglio di tutti interpreta lo spirito di Otis Redding.La prima serata sarà dedicata a James Brown, un tributo al godfather of soul, con il suo ex band leader Fred Wesley & The New JB’s e Martha High & The Italian Royal Family, la personale vocalist di James per ben 35 anni.

La serata conclusiva avrà invece l’apertura Ural Thomas & The Pain.La suggestiva atmosfera di Porretta Terme farà da cornice alla manifestazione insieme allo Street Food Village, cibi di strada con un inevitabile occhio di riguardo per i prodotti più tipici dell’appennino bolognese in pieno centro storico. Il tutto nel contesto di concerti gratuiti di band di rhythm & blues a partire dalle 11 del mattino nel palco “Rufus Thomas Cafe Stage” nella centralissima Piazza della Libertà. Inoltre, il 25 e 26 Luglio , nei dintorni di Porretta, ci sarà The Valley of Soul, iniziativa che vedrà concerti collaterali con tanti protagonisti del festival. Porretta Terme vale una visita anche per la serie di 13 murales che raccontano la storia del festival e della soul music. Una curiosità: la cittadina oltre al parco dedicato a Rufus Thomas, dal 1990 ha una via Otis Redding e un ponte dedicato a Solomon Burke. Selassie Burke, uno dei 21 figli di Solomon eseguirà alcuni brani del padre, a cappella, sul Solomon Burke Bridge.

Info: www.porrettasoulfestival.it
Tickets: www.vivaticket.it
Giovedì – 35€ | Venerdi – 35€ | Sabato – 35€ | Domenica – 35€
4 days pass – 90€ (abbonamento)
3 days pass – 75€ (abbonamento)
L’intera manifestazione verrà trasmessa trasmessa live streaming da Lepida TV.

Questo il link da cui scaricare le foto del Porretta Soul Festival 2022 -> https://bit.ly/38xE4JT

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini +393388485333 – maurizioquattrini@yahoo.it

Le ricerche di Alan Lomax nell’Appennino fra Emilia e Toscana (1954) nel ventennale della scomparsa dello studioso.

È il titolo del volume di Gian Paolo Borghi dedicato alle ricerche effettuate dal grande studioso statunitense Alan Lomax (1915-2002), pioniere delle ricerche etnomusicologiche in Italia. La sua vasta campagna di rilevazione, condotta in ambito nazionale tra il 1954 e il 1955, anche con la collaborazione di Diego Carpitella (1924-1990), ha segnato una svolta nel campo della musica popolare nel nostro paese e ha posto in risalto l’esistenza di vasti patrimoni culturali tradizionali, da scoprire e recuperare attraverso approfondite e moderne metodologie di ricerca sul campo e di correlate analisi dei documenti raccolti.

Il progetto in memoria di Alan Lomax si è prefisso di ripercorrere i suoi itinerari nell’Appennino fra l’Emilia e la Toscana. La sua realizzazione è dovuta anche grazie alla collaborazione con Anna Lomax Wood, figlia dello studioso, e del Centro Studi Alan Lomax di Palermo, nella persona del suo presidente, Giorgio Adamo. Il volume di Gian Paolo Borghi, curato da Renzo Zagnoni, si avvale della presentazione di Giorgio Adamo e dei contributi di Manuela Geri (Ecomuseo della Montagna Pistoiese), Gino Sarti (che accompagnò Lomax negli itinerari appenninici bolognesi) e Graziano Uliani, fondatore e direttore artistico del Porretta Soul Festival.

Le iniziative dedicate ad Alan Lomax sono coordinate dal Gruppo di studi dell’alta valle del Reno, dall’Accademia del Frignano Lo Scoltenna e dal Porretta Soul Festival e prevedono incontri in varie realtà territoriali, con la presenza di studiosi, musicisti e cantori tradizionali.

Sono stati programmati appuntamenti culturali, tra i mesi di giugno e di agosto, a:
– Susano di Vergato (Bologna), l’11 giugno: nell’osteria locale, Lomax registrò alcuni interessanti balli strumentali;
– Riolunato (Modena), 26 giugno: lo studioso vi registrò vari esempi del canto del Maggio e altri documenti di alto interesse etnomusicologico;
– Porretta Terme (Bologna), 20 luglio: in apertura del Porretta Soul Festival;
– Treppio di Sambuca Pistoiese (Pistoia), 12 agosto: Lomax vi effettuò registrazioni di canti in ottava rima, improvvisati e cavallereschi, e del canto del Maggio;
– Villa Minozzo (Reggio Emilia), in data da definire: nella frazione di Costabona, raccolse canti e selezioni di Maggi drammatici.

Tra gli artisti partecipanti agli incontri, si ricordano i musicisti di Banditaliana, i cantori del Maggio delle Ragazze di Riolunato e del Maggio drammatico nel reggiano.Il progetto su Alan Lomax nel nostro Appennino è stato realizzato in un rapporto di collaborazione tra:
Centro Studi Alan Lomax, Palermo
Gruppo di studi dell’alta valle del Reno, Porretta Terme
Accademia del Frignano “Lo Scoltenna”, Pievepelago (Modena)
Porretta Soul Festival, Porretta Terme
Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese, Vergato
Associazione Ecomuseo della Montagna Pistoiese, Gavinana (Pistoia)
Pro Loco di Treppio di Sambuca Pistoiese
Museo del Maggio del Comune di Riolunato
Museo del Maggio del Comune di Villa Minozzo (Reggio Emilia)
Comuni di:
Alto Reno Terme (Bologna), Vergato, Sambuca Pistoiese, Riolunato, Villa Minozzo.

Uno Streetfood Village molto “musicale” quindi quello che viene attrezzato nel cuore della città, in Piazza della Libertà proprio accanto al Rufus Thomas Cafe Stage, dove è possibile assistere a concerti gratuiti di band di rhythm & blues dalle 11 del mattino alle 7 di sera prima dell’inizio dei concerti serali.Il giro del mondo attraverso i cibi di strada. Nell’ambito del Porretta Soul Festival lo Streetfood Village è operativo dalle 11 di mattina e fino a notte inoltrata. Sono presenti nei gazebi di Streetfood oltre 50 specialità da tutta Italia e dal mondo per far degustare alle migliaia di persone previste i cibi di strada più tradizionali e genuini.

Ce ne sarà per tutti i gusti: dalle specialità siciliane (pane ca’meusa, pane e panelle, arancine, pasticceria siciliana), a quelle più locali come la piadina romagnola, poi le bombette pugliesi e altre specialità come puccia con polpo, focaccia barese, pasticciotti leccesi. Dalla Toscana hamburger di Chianina e tortelli di patate alla piastra, fritti o al “sugo”. Dalle Marche olive e fritto ascolano e pesce fritto di San Benedetto del Tronto, dall’ Emilia Gnocco Fritto e salumi. Dalla Campania il fritto napoletano. Saranno presenti inoltre la griglia argentina, specialità messicane e venezuelane, il gyros pita e i souvlaki dalla Grecia .. e dalla Spagna la Paella. A rinfrescare il palato l’ottima birra artigianale emiliana, Toscana e Friulana e vini e birre.

Offerte Speciali Offerte Speciali
Talkin' about #PSF Talkin' about #PSF

I nostri sponsor

Connessioni nel Mondo

Prenota il tuo soggiorno

concediti una vacanza unica!