“Porretta belongs on every serious blues and soul festival-goer's bucket list, a confluence of positive forces to be honored and treasured.”
Dick Shurman, Paul Harris Living Blues 2017
DIRETTORE ARTISTICO Graziano Uliani

Instagram

Seguici

Giorgia al Porretta Soul Festival

All’edizione del 1994 arriva a Porretta una giovanissima Giorgia, accompagnata dalla band del padre Giulio, Io Vorrei La Pelle Nera. Giulio Todrani, in arte Alan Soul aveva esordito con un duo Julie & Julie, poi aveva creato questa band di Rhythm & Blues.

La band era composta dal chitarrista Marco Rinalduzzi e dall’organista Maria Grazia Fontana, oltre che dalla giovane Giorgia, che diverrà poi una delle voci più apprezzate del panorama musicale italiano. Il primo è un notissimo session man, che ha collaborato con moltissimi artisti italiani tra i quali Cocciante, Patty Pravo, Mina, Lucio Dalla, Ron, Gianni Morandi, Antonello Venditti, Claudio Baglioni; la seconda, dopo aver collaborato con Giorgio Gaslini, Noemi e Domenica In è divenuta in anni recenti allenatrice del talent di RAI1 Tale e Quale Show. Giorgia è già un talento. Dividere il palco con alcuni suoi miti come Mavis Staples e Rufus Thomas la galvanizza e il suo show è grandioso. Interpreta Tell Mama di Etta James e Knock On Wood di Eddie Floyd, ma è con Dont Change The Horses In The Middle Of The Stream dei Tower Of Power che supera se stessa.

A Febbraio del 1995 Giorgia partecipa a Sanremo e vince il festival con Come Saprei e la prima cosa che dice al giornalista del Resto Del Carlino: “Voglio tornare a Porretta!”