“Porretta belongs on every serious blues and soul festival-goer's bucket list, a confluence of positive forces to be honored and treasured.”
Dick Shurman, Paul Harris Living Blues 2017
DIRETTORE ARTISTICO Graziano Uliani

Instagram

Seguici

Soul City

Porretta Terme, il Festival e la Musica
Scritto da Edoardo Fassio // Prefazione di Renzo Arbore // Pubblicato da Vololibero

Dal 1988, sull’Appennino Tosco-Emiliano, si tiene una rassrgna musicalel interamente dedicata al Soul, quella musica frutto dell’incontro di Jazz, Blues, Gospel, Rock e Country che ha dato voce e visibilità alle battaglie dell’America nera per i diritti civili e per una cittadinanza degna di questo nome.

La rassegna ha un nome ben preciso: Porretta Soul Festival. Tutto è iniziato dal sogno di un ragazzo innamorato della musica di Otis Redding e Rufus Thomas che, da adulto, si ritroverà a vivere in via Otis Redding e a far sfilare le star della musica nera in un anfiteatro all’aperto – il Rufus Thomas Park – trasformando così la sua città nella City of Soul.

La formula funziona: i più prestigiosi cantanti e musicisti del passato e del presente si mettono in fila per salire su quel prestigioso palco e il passaparola attira fan da tutto il mondo.

Soul City spiega come è accaduto tutto questo.